Campagna abbonamenti 2018

Sostieni il Centro Studi Psiche Arte e Società e diventa socio sostenitore!

Fino al 31 gennaio 2018 l’abbonamento alla rivista “Psiche Arte e Società” sarà scontato a € 20,00 invece di € 25,00.

Per contrarre (o regalare) l’abbonamento 2018 basta fare un bonifico intestato al Centro Studi Psiche Arte e Società, IBAN: IT96A0200805163000103501387 di € 20,00, inserendo come causale “Abbonamento rivista 2018” indicando il nome dell’abbonato. Comunicateci poi per favore all’indirizzo e-mail info@psicheartesocieta.it il nominativo dell’abbonato, l’indirizzo postale e una ricevuta di effettuato pagamento.

Si ricorda che l’offerta a prezzo scontato è valida fino al 31 gennaio 2018, in seguito la quota tornerà quella ordinaria, di € 25,00.

DOM 3 DIC | Presentazione di Guerra Pace e Psiche

ROMA | Domenica 3 dicembre ore 11.00
Enoteca Letteraria, Via delle Quattro Fontane, 130

Il Centro Studi Psiche Arte e Società Ti invita alla presentazione del n.7 della rivista Psiche Arte e Società, dal titolo Guerra, Pace e Psiche. Interverranno gli Autori.

Ingresso libero e gratuito alla presentazione

Dopo la presentazione della rivista ci sarà un brunch al costo di € 10,00. La prenotazione è obbligatoria entro il 30 novembre 2017 scrivendo all’indirizzo email info@psicheartesocieta.it e indicando il numero e i nominativi delle persone. Il costo della sola rivista è di € 14,00, ma è prevista l’offerta: Rivista + brunch € 20,00.

19.11.2016 – Presentazione di Etica e Psicologia

SABATO 19 NOVEMBRE 2016 – ORE 19.00

Enoteca Letteraria, Via delle Quattro Fontane 130 – ROMA
INGRESSO GRATUITO per la presentazione della rivista.

Il nuovo numero di Psiche Arte e Società

Etica e Psicologia è certamente un argomento di discussione che può sembrare ambizioso ed è sicuramente territorio complesso in cui inoltrarsi oggi, ma ci sembra doveroso occuparcene insieme ad altri colleghi, esperti e studiosi e ci auguriamo che i nostri lettori condividano la nostra scelta.

A questo numero hanno collaborato:  Vincenzo Ampolo, Valentina Bonaccio, Miriam Bonamini e Arcangela Miceli, Luigi D’Elia, Vincenzo Leccese, Alessandra Ojetti, Amedeo Pingitore, Guido Traversa e i soci fondatori del Centro Studi Psiche Arte e Società: Giorgio Mosconi, Roberto Cantatrione, Simonetta Putti e Amedeo Caruso.

È possibile aderire alle seguenti offerte:
RIVISTA + CENA – € 15,00
SOLO RIVISTA – € 12,00 (offerta valida solo per il 19 novembre)
SOLO CENA – € 7,00 

Per la cena e per cena + libro è necessario prenotare entro il 15 novembre 2016, rispondendo esclusivamente a questa e-mail, indicando cortesemente numero di posti e nominativi.

Psiche Arte e Società – Psiche e Arti Visive

La Psiche che coniughiamo alle Arti Visive – nel titolo scelto per questo terzo numero della rivista – vuole porsi non soltanto come polo dialettico e riflettente rispetto alla produzione artistica, ma come elemento discreto, seppur formante e caratterizzante. L’etimologia della parola psiche rimanda all’immagine di “soffio”, respiro vitale che presso l’antico mondo greco si è poi esteso ad indicare l’anima. Nel procedere del tempo, la psiche è andata a indicare il complesso delle funzioni e dei processi che portano l’uomo ad avere esperienza di sé e del mondo, connotandone i comportamenti e l’azione.
Psiche, quindi, apre potenzialmente territori vasti e possibilità molteplici di osservazione. Qui, come scelta editoriale, proponiamo una sua presenza fluida e animante, che accompagni lo sguardo sugli oggetti senza mai forzarli in interpretazioni precostituite. Continua a leggere…

Psicologia della diversità

Psiche Arte e Società n.1 - Psicologia della diversità

Il piccolo libro che vi apprestate a leggere è la prima testimonianza scritta del Centro Studi Psiche Arte e Società. Tutti gli ideatori di questa nuova associazione culturale sono stati allievi, colleghi nonché amici del professor Aldo Carotenuto. L’immagine in bianco e nero, scelta per la copertina di questo primo numero della rivista Psiche Arte e Società, ci sembra esprimere efficacemente il concetto di diversità: diversità che può essere percepita in una gestalt variabile, così da generare nell’osservatore realtà diverse. Nell’immagine, infatti, si può cogliere la figura del vaso nero o quella di due profili, bianchi, che si guardano. Junghianamente, il pensiero corre agli opposti, all’enantiodromia, alla funzione trascendente. I contributi di quest’opera, dedicata alla psicologia della diversità, intendono ragionare sulle varie fattispecie del “diverso”. Non riusciremo a dar conto di tutte le declinazioni possibili, ma ne presenteremo – ci auguriamo – uno stralcio significativo, per attivare soprattutto i vostri personali pensieri e vissuti. Gli autori – medici, psicologi, psicoterapeuti, giornalisti – che hanno partecipato a questo dibattito sui misteriosi aspetti della diversità sono: Amedeo Caruso, Simonetta Putti, Elisa Sanacore, Roberto Cantatrione, Giorgio Mosconi, Maddalena Mosconi, Paolo Ojetti, Alessandra Ojetti, Valentina Bonaccio, Lorenzo Capaldi, Vincenzo Leccese, Stefano Mascarin e Anita Ricci.