17 dicembre 2016 | Presentazione de “La Cura Shakespeare”

la_cura_shakespeare

La cura Shakespeare

Interventi culturali e proposte terapeutiche coordinati da Amedeo Caruso.

A quattrocento anni dalla morte del Bardo, esperti e appassionati si confrontano con gli aspetti artistico-terapeutici delle sue opere. Saranno presenti tutti gli Autori che hanno contribuito – spesso con un taglio psicoanalitico – al libro dedicato al geniale William, con contributi inediti e inaspettati, brillanti e speciali, originali, curiosi e divertenti.
IL SOLO INGRESSO È LIBERO E GRATUITO
PER LA SERATA SONO PREVISTE LE SEGUENTI FORMULE:
OFFERTISSIMA CENA + LIBRO – € 20,00
SOLO CENA – € 10,00
SOLO LIBRO – € 12,00 (20% DI SCONTO SOLO PER L’EVENTO)
PER ADERIRE È NECESSARIO PRENOTARSI ENTRO IL 13 DICEMBRE 2016, INVIANDO UN’EMAIL A info@psicheartesocieta.it, INDICANDO FORMULA SCELTA E NOMINATIVI.

Utero in anima | Recensione di Patrizia Belleri

Utero in anima

Utero in anima è “un taccuino di appunti e riflessioni” sul tema della gravidanza surrogata e già nel titolo promette un approccio pacato a un argomento molto controverso.

Le psicoterapeute Valeria Bianchi Mian, Silvana Graziella Ceresa e Simonetta Putti – voci fuori dal coro nel baillame di “verità” urlate e povere di chiaroscuri – affrontano l’argomento in ottica multidisciplinare, con mente aperta e scevra di pregiudizi. Continua a leggere…

19.11.2016 – Presentazione di Etica e Psicologia

f80a5d29-70a2-4e07-8276-4cda66e5ccba

SABATO 19 NOVEMBRE 2016 – ORE 19.00

Enoteca Letteraria, Via delle Quattro Fontane 130 – ROMA
INGRESSO GRATUITO per la presentazione della rivista.

Il nuovo numero di Psiche Arte e Società

Etica e Psicologia è certamente un argomento di discussione che può sembrare ambizioso ed è sicuramente territorio complesso in cui inoltrarsi oggi, ma ci sembra doveroso occuparcene insieme ad altri colleghi, esperti e studiosi e ci auguriamo che i nostri lettori condividano la nostra scelta.

A questo numero hanno collaborato:  Vincenzo Ampolo, Valentina Bonaccio, Miriam Bonamini e Arcangela Miceli, Luigi D’Elia, Vincenzo Leccese, Alessandra Ojetti, Amedeo Pingitore, Guido Traversa e i soci fondatori del Centro Studi Psiche Arte e Società: Giorgio Mosconi, Roberto Cantatrione, Simonetta Putti e Amedeo Caruso.

È possibile aderire alle seguenti offerte:
RIVISTA + CENA – € 15,00
SOLO RIVISTA – € 12,00 (offerta valida solo per il 19 novembre)
SOLO CENA – € 7,00 

Per la cena e per cena + libro è necessario prenotare entro il 15 novembre 2016, rispondendo esclusivamente a questa e-mail, indicando cortesemente numero di posti e nominativi.

28.09.2016 | Proiezione del film Gradiva di Giorgio Albertazzi

9b92b241-f877-4b0d-b59b-6b55fc92135a

Il Centro Studi Psiche Arte e Società, insieme a Pia Tolomei Albertazzi e Mariangela D’Abbraccio, è lieto di invitarti mercoledì 28 settembre 2016 alle ore 20.30 alla Casa del Cinema in Largo Marcello Mastroianni 1, ROMA, alla proiezione del film

GRADIVA, diretto e interpretato da Giorgio Albertazzi

L’evento – organizzato per onorare e ricordare con nostalgia, affetto ed amicizia il grande artista di teatro, cinema e televisione conosciuto e apprezzato in tutto il mondo – sarà introdotto dallo psicoanalista Amedeo Caruso, amico del Maestro Giorgio Albertazzi, con cui ha realizzato una lunga intervista dal titolo Vie (e) regie dell’inconscio poi pubblicata in volume nel 2014.

Verrà brevemente raccontata la genesi del film del 1970 – che resta la prima trasposizione cinematografica al mondo del saggio sulla Gradiva di Jensen scritto da Freud – e la burrascosa collaborazione tra il regista Giorgio Albertazzi e lo psicoanalista Cesare Musatti, così come è stata raccontata dall’artista a Caruso e integrata da quanto ne scrisse a suo tempo poi lo psicoanalista. Una giovanissima e bellissima Laura Antonelli fu scoperta dal talent scout Albertazzi per ricoprire il ruolo della mitica Gradiva.

casa-del-cinema-roma

Utero in anima

Utero in anima

Un bell’impegno su cui riflettere

Prefazione di Francesco Montecchi

Ho accolto con piacere l’invito di Simonetta  Putti a  scrivere la prefazione a questo prezioso libretto per l’interessante e attuale nodo della gravidanza surrogata,  che ci fa essere spettatori di posizioni collettive contrapposte in una sorta di opposti integralismi, che poggiano su presupposti in cui è poco presente il bambino che dovrebbe nascere. Continua a leggere…

21.05.2016 presentazione di Trancelluloide, il nuovo libro di Amedeo Caruso

Trancelluloide-dizionario-ragionato-di-cinema-e-ipnosi-di-Amedeo-Caruso

Il Centro Studi Psiche Arte e Società è lieto di invitarTi alla presentazione del nuovo libro di Amedeo Caruso

TRANCELLULOIDE – Dizionario ragionato di cinema e ipnosi

Questa nuova opera di Amedeo Caruso, psicoterapeuta esperto di cinema e originale propugnatore della MediCineTerapia, è il primo dizionario al mondo di cinema e ipnosi. Unico nel suo genere, percorre tre secoli di cinema (dal 1897 al 2015!) e “analizza” oltre 300 film rari, difficilmente visti o vedibili, di grande successo o di nicchia, dove l’ipnosi è presente in modo totale, parziale e anche marginale. È un manuale agile e divertente che può trasformarsi in un piacevole corso per capire, attraverso il cinema, che cosa è e che cosa non è l’ipnosi.
Simona Argentieri e Simonetta Putti converseranno con l’autore dopo una videoproiezione ispirata al libro.
Al termine dell’evento ci sarà un brindisi ipnocinefilo!

SABATO 21 MAGGIO 2016 – ORE 18.00
CINECLUB DETOUR – Via Urbana, 107, 00184 Roma (Metro Cavour)

Cineclub-Detour

Psicologia e Giornalismo – Convegno

Convegno Psicologia e Giornalismo

Convegno Psicologia e Giornalismo

Sabato 16 aprile 2016 – ore 09.30 – 13.00 | INGRESSO LIBERO

Presso la Sala di Lettura (detta “Sala Rossa”) del Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale e del Dipartimento di Informatica in Via Salaria 115, ROMA

SCARICA IL PROGRAMMA / INVITO

È possibile oggi salvare il giornalismo dalla deriva e dallo svilimento a mera operazione commerciale? L’odierno lettore – oggi consumatore e produttore di notizie nel web – è necessariamente destinato a essere fruitore alienato, immesso gioco forza nello sciame dei consumatori acritici di informazione, o può giocare in risposta alla shitstorm che cerca di travolgerlo? Il Centro Studi Psiche Arte e Società pensa che sia possibile, ricordando le parole di Tiziano Terzani, che, parlando della sua professione, ha detto: facciamo più quello che è giusto che quello che ci conviene. Educhiamo i figli ad essere onesti, non furbi. Un dialogo aperto tra giornalisti professionisti e psicoanalisti (tra cui alcuni anche giornalisti) che partecipano a questo incontro con l’entusiasmo, il coraggio e la passione che sono il denominatore comune per un giusto e sano giornalismo.

Abbonamento 2016 in promozione solo per il mese di gennaio!

2016_PsicheArteSocieta

Il Centro Studi Psiche Arte e Società riserva un dono speciale per Te o da regalare ai Tuoi amici. Solo fino al 31 gennaio è possibile abbonarsi alla rivista Psiche Arte e Società al prezzo promozionale di € 20,00 invece di € 25,00 per i due numeri di aprile e ottobre 2016.

Per abbonarsi basta fare il bonifico di € 20,00 intestato a Centro Studi Psiche Arte e Società, IBAN: IT96A0200805163000103501387.

Non dimenticare di inviarci copia disposizione all’indirizzo email info@psicheartesocieta.it, indicando nominativo e indirizzo a cui spedire la rivista.

 

Psiche Arte e Società – Psiche e Arti Visive

02262213

La Psiche che coniughiamo alle Arti Visive – nel titolo scelto per questo terzo numero della rivista – vuole porsi non soltanto come polo dialettico e riflettente rispetto alla produzione artistica, ma come elemento discreto, seppur formante e caratterizzante. L’etimologia della parola psiche rimanda all’immagine di “soffio”, respiro vitale che presso l’antico mondo greco si è poi esteso ad indicare l’anima. Nel procedere del tempo, la psiche è andata a indicare il complesso delle funzioni e dei processi che portano l’uomo ad avere esperienza di sé e del mondo, connotandone i comportamenti e l’azione.
Psiche, quindi, apre potenzialmente territori vasti e possibilità molteplici di osservazione. Qui, come scelta editoriale, proponiamo una sua presenza fluida e animante, che accompagni lo sguardo sugli oggetti senza mai forzarli in interpretazioni precostituite. Continua a leggere…